Manifesto

Associazione per la promozione di cammini di maturazione umana e spirituale

Ogni uomo ha un proprio cammino per giungere alla pienezza di vita e di senso. Misterioso, spesso contraddittorio, a volte tortuoso e confuso quando non doloroso. A volte ricco di slanci, di buone intuizioni, di entusiasmo, a volte di delusioni, errori o rimpianti. Noi crediamo che il cammino personale e unico di ognuno possa essere sostenuto e aiutato dall’esperienza altrui, dalla condivisione e dalle positive sinergie che si accendono tra le persone quando si fanno carico del bene dell’altro. Crediamo di poter fare un utile servizio al cammino di ogni persona nell’offrire occasioni di crescita umana e spirituale. Attività che possano essere di aiuto nelle varie tappe in cui si articola il percorso particolare di ognuno verso la pienezza.

Crediamo anche nel bene e nel buono che c’è in ogni uomo e vorremmo aiutare le persone a trovare l’ambito e le modalità in cui farlo emergere, valorizzarlo e giocarselo; convinti che sia un aspetto determinante di una esistenza piena e sensata, nonché la via per costruire un mondo migliore.

Coordinando, sistematizzando e promuovendo esperienze ed attività che già esistono; ispirandone, suggerendone e realizzandone di nuove quando sembrerà utile e possibile alla luce di una lettura sapienziale della realtà e di un’adeguata riflessione. Le attività potranno essere le più svariate: Corsi di formazione, Campi di lavoro ed esperienze di Volontariato in Italia e l’estero, Esercizi Spirituali e Ritiri, Viaggi e Pellegrinaggi, Convegni e Conferenze, Progetti di solidarietà in cui impiegare generosamente i propri talenti e professionalità, Esperienze lavorative, Eventi, Incontri e Manifestazioni, Attività di impegno civico. Con l’unico comune denominatore di essere occasione di crescita e maturazione umana e spirituale.

Per riferimenti, contatti, aggiornamenti:

Email: info@percorsidivita.com

Facebook: www.facebook.com/percorsi.divita

Il nostro simbolo

Come simbolo abbiamo una delle tante versioni dell’Albero della Vita. In diverse culture dell’antichità l’albero rappresentava il collegamento al mondo dello spirito. Nella cultura Egizia così come in quella Celtica (mondi ed epoche diverse) l’albero ha sempre avuto un significato esistenziale quindi spirituale. Anche nel mondo biblico l’albero della vita fin dalla Genesi (2,9) ha un particolare significato che andrà ad arricchirsi nel tempo fino ad essere identificato con il “legno della Croce” di Gesù.

Tra i tanti modi in cui è stato rappresentato da infiniti autori nei diversi secoli, il nostro si avvicina maggiormente a quello della tradizione celtica.

L’intreccio dei rami e delle radici, come tutte le strutture labirintiche in genere nel passato, rappresentano l’arte del “discernimento” ma anche la personale ricerca spirituale e il proprio “percorso di vita” che si realizza spesso attraverso vie apparentemente oscure, casuali o erronee.

Per noi l’intreccio delle radici esprime anche le tante e belle relazioni tra persone diverse che attraverso le esperienze di “Percorsi di Vita” si sono realizzate in questi anni e continuano a realizzarsi.

Il tronco collega il basso e l’alto, il cielo e la terra, l’interiorità e l’esteriorità manifesta e rende fecondo il vissuto. Racconta una storia, la storia di ognuno. Ha due fessure, due aperture, due ferite. Una può esprimere le ferite che ognuno di noi ha ricevuto durante la vita; l’altra l’organo femminile simbolo di fertilità. Per questo i rami sono rigogliosi e fecondi. Perché attraverso le esperienze proposte  si vive anche una dimensione sanante e rigenerante che fa emergere e mettere in circolo le qualità e le energie migliori favorendo una vita sempre più feconda.